Telefono: +39 347 6132877 -  Email: fabrizio.caprioni@fassitsolutions.com
Seguiteci su:

Secondo Intel, il Pc non è morto e registra consegne da record

pc-2-1

Sono ormai anni che si parla del declino dei Pc, soprattutto in seguito alla crescita esponenziale dei dispositivi mobili, tablet su tutti. Declino in gran parte evidente ed in effetti si è verificato. Solo che Intel, colosso indiscusso nella produzione di microporcessori, ha chiuso il secondo trimestre 2014, il Q2 2014, con un record storico di consegne per la vendita dei microprocessori che ha portato a risultati oltre le attese degli analisti: un utile netto in aumento a 2,8 miliardi di dollari e ricavi per 13,83 miliardi (nel terzo trimestre ne sono previsti 14,4).

Ovviamente non è un risultato a caso, perchè Intel in questi ultimi mesi il risultato lo ha costruito e programmato. Intel ha saputo diversificare nella produzione, seguendo anche il trend dell’Internet delle Cose, ha agganciato una crescente domanda nell’area Pc. L’azienda solo nell’ultimo trimestre è cresciuta del 5% e le stime per i prossimi tre mesi sono ancora positive.

Su questa ripresa ha inciso anche l’addio a Windows XP, portando ad un cambio quasi obbligato del proprio pc, ma pare che abbia inciso anche il trend crescente dei “2 in 1“, ossia di quei pc portatili con la tastiera staccabile che diventano tablet. Di conseguenza c’è richiesta di avere un mezzo performante, senza rinunciare alla mobilità ed è per questo che cresce la richiesta di questa tipologia di Pc. E questo vale anche per i Pc portatili, più sono sottili e leggeri e più si vendono.

E sulla crescita dei Pc incide anche la frenata dei Tablet, inaspettata per la verità, soprattutto in paesi come Olanda e Gran Bretagna, dove addirittura i numeri a febbraio e marzo erano negativi. Nessuno quindi si sarebbe atteso una contrazione del genere proprio da quella tipologia di prodotto che negli ultimi anni stava per minacciare la stessa esistenza del Pc.

Anche noi italiani stiamo apprezzando la tipologia “2 in 1“, ma si registra anche un trend interessante che si sta verificando relativamente ai ‘phablet’, gli smartphone con schermo da 5-6 pollici con una o due sim, che ultimamente si vendono molto.

Insomma, va bene la mobilità, la libertà di poter lavorare in qualsiasi luogo, ma ppoi nei fatti conta molto anche la potenza del dispositivo. Ed ecco che da questo punto di vista il Pc ha ancora modo di mostrare le sue qualità.

 

RelatedRelated

LEAVE A COMMENT TO THIS POST

Your Comment (Required)

Name (Required)

Email (Required)

Website

quattordici − cinque =