fibre-ottiche

Sono italiane le Super fibre ottiche che saranno capaci di trasportare un maggior numero di informazioni grazie al disordine della loro struttura interna. Sono nate in Italia e le applicazioni all’orizzonte sono già numerose: vanno dalle telecomunicazioni più veloci alla chirurgia laser più precisa.

Questa nuova tipologia è stata descritta sulla rivista Nature Communications ed è stata realizzata grazie alla collaborazione fra l’università Sapienza di Roma, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), l’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e l’università del Wisconsin.

Il nuovo tipo di fibre sviluppato, può trasportare una maggiore quantità di informazioni, rispetto alle fibre ottiche convenzionali.

Queste fibre sono formate da tubi di un materiale simile alla comune plastica disposti in maniera disordinata, come una manciata di fiammiferi o di spaghetti all’interno di una scatola. Il principio alla base delle nuove fibre ottiche è analogo a quello che entra in gioco quando un raggio laser penetra in una nebbia molto densa, al punto che la diffusione della luce viene confinata in una zona molto ristretta. In modo analogo, il grande disordine che è all’interno delle fibre ottiche intrappola la luce e la concentra.

In sostanza, succede una situazione molto simile a quando una pallina di un flipper rimbalza in tutte le direzioni, ma non esce dal biliardino. Quando questo accade il fascio laser può essere localizzato e intrappolato formando punti estremamente luminosi e concentrati.

Per quanto riguarda le telecomunicazioni, le fibre consentirebbero di trasmettere più segnali nella stessa linea di trasmissione utilizzando i diversi canali spaziali creati al loro interno dalla forma disordinata. Ma le applicazioni non si limitano soltanto alla trasmissione di informazioni ma possono riguardare anche la medicina. In chirurgia, ad esempio, si può utilizzare una fibra ottica per trasportare un fascio laser e realizzare tagli molto precisi uniti a un effetto coagulante. Il taglio è tanto più preciso quanto più la luce è focalizzata e le nuove fibre potrebbero migliorare la precisione di questo bisturi laser.

Insomma, le nuove fibre ottiche rendono l’idea di quanto sia concreta l’eccellenza italiana, di cui tanto si parla a volte in maniera non completa. Questa è una chiara dimostrazione.

(photo credits: via Fotolia)

RelatedRelated

LEAVE A COMMENT TO THIS POST

Your Comment (Required)

Name (Required)

Email (Required)

Website

20 − 10 =