windows_9

Ormai non ci dovrebbero essere più dubbi e quelli che fino a ieri erano solo “rumors” ora sono voci ufficiali e quindi, Microsoft svelerà il nuovo sistema operativo per pc Windows 9 il 30 settembre. Infatti, la notizia trova conferma anche nel fatto che per quella data la casa di Redmond ha infatti ufficialmente diramato gli inviti a un evento che si terrà a San Francisco in cui saranno svelate le novità “per Windows e per le aziende”. Sono tante le novità che si attendono, tra cui i desktop virtuali, la “riesumazione” (è proprio il caso di dirlo) del menu Start, la cui scomparsa aveva sucitato molte propteste degli utenti, il centro notifiche e l’integrazione dell’assistente vocale Cortana.

Il nuovo sistema operativo, noto anche con il nome ‘Threshold’ (soglia), secondo voci non confermate, dovrebbe introdurre il centro notifiche in cui sono raggruppati tutti gli avvisi in ordine cronologico, i desktop virtuali, l’evoluzione del multitasking già presente su Linux e Mac, e quindi anche Cortana, l’assistente vocale introdotto all’inizio di aprile da Microsoft sugli smartphone per competere con il sistema Siri di Apple.

Come sempre accade in questi casi, ad ogni lancio di un sistema operativo nuovo, tante sono le aspettative, anche per l’accoglienza non proprio trionfale ricevuta dalle ultime versioni della piattaforma: Windows 8, lanciato a fine ottobre 2012, e l’aggiornamento Windows 8.1, arrivato questa primavera.

Altro punto importante su cui vorrebbe spingere Microsfot è quello di spingere a fare l’upgrade del nuovo Windows 9, specie per gli utenti che ancora oggi usano Windows XP, il sistema operativo che Microsoft ha mandato in pensione ad aprile e che, secondo i dati di Net Applications, ad agosto risultava ancora installato su un quarto dei pc presenti nel mondo. In Italia la percentuale sarebbe ancora al di sopra del 10%, ancora molto alta.

Staremo a vedere quindi se Windows 9 sarà in grado di imporsi e di riportare gli utenti Microsoft ad essere di nuovo soddisfatti, così come lo sono stati per XP. La sfida è davvero ardua.

RelatedRelated

LEAVE A COMMENT TO THIS POST

Your Comment (Required)

Name (Required)

Email (Required)

Website

due − uno =